Islanda aurora boreale geyser e Laguna Blu - Viaggia Esplora di Francesca Pozzato … …
Aurora Boreale

Islanda aurora boreale geyser e Laguna Blu

L’Islanda è un’isola stupenda e piena di sorprese, viene chiamata terra di ghiaccio e fuoco, il cui paesaggio è caratterizzato da altipiani desertici, montagne, vulcani, ghiacciai, fiumi glaciali, pianure, geyser, e terme come quella più conosciuta “Laguna Blu. L’Islanda è situata nell’oceano Atlantico settentrionale appena sotto il Circolo Polare Artico, tra la Groenlandia e la Gran Bretagna, a nordovest delle Isole Fær Øer, possiede un clima temperato grazie alla corrente del Golfo che ne consente una buona abitabilità e la rende visitabile durante tutto l’anno.

In Islanda ogni stagione è caratterizzata da fenomeni atmosferici unici e suggestivi e anche se il più conosciuto è sicuramente quello dell’ Aurora Boreale che è un fenomeno essenzialmente invernale durante le #notti-polari, invece nei mesi estivi esiste il fenomeno opposto, cioè si può assistere al #Sole-di-Mezzanotte

Vai direttamente all’itinerario #islanda-aurora-boreale-geyser-e-laguna-blu

Oppure continua a leggere dopo l’immagine…

Itinerario Islanda Aurora Boreale gyser  Laguna Blu
Islanda Geyser

L’Aurora Boreale è uno degli spettacoli più belli che Madre natura ci offre. È uno spettacolo talmente bello da togliere il fiato e farti restare sdraiato in mezzo alla neve per ore con il naso all’insù. Davanti a tanta bellezza ci si sente piccoli e impotenti, possiamo solo osservare in silenzio, dar spazio alle emozioni e alle lacrime che inevitabilmente bagneranno il viso. La prima Aurora Boreale non si scorda mai. Ed è proprio così!

Per organizzare al meglio il viaggio è importante tenere conto delle ore di luce in Islanda, che variano a seconda del periodo in cui la si vuole visitare

  • In estate in Islanda si trovano giornate con molta luce e brevi notti: in tutti i mesi estivi, grazie alle lunghissime giornate, si ha tanto tempo per esplorare e godere dei luoghi magnifici che questa isola offre. Da metà maggio a metà luglio è quasi impossibile trovare completamente buio.
  • In inverno, invece, è caratterizzata da periodi di buio più lunghi. Il periodo con meno ore di luce è dai primi di dicembre a metà gennaio, ma da ottobre a marzo lunghe albe e tramonti regalano colori indescrivibili.

Per capire meglio questi due fenomeni opposti facciamo un po’ di chiarezza o vai direttamente all’itinerario #Islanda: Aurora Boreale, geyser e Laguna Blu.

Notti Polari:
  • Si intende un periodo di buio che dura più di 24 ore.
  • Questo fenomeno astronomico si verifica durante il periodo invernale nelle zone al di sopra del Circolo Polare Artico e al di sotto del Circolo Polare Antartico.
  • A causa dell’inclinazione dell’asse terrestre, il Sole rimane sotto l’orizzonte per diversi giorni e per una durata che varia a seconda della latitudine a cui ci si trova. Più si va a Nord, prima inizia la notte polare e più tardi finisce.
  • Questo periodo è ottimo per osservare Aurora Boreale, che può iniziare a danzare in qualsiasi momento della giornata.
  • Grazie alla rifrazione della luce solare nell’atmosfera, ci sarà una bellissima luce crepuscolare durante le ore centrali della giornata. Questo significa che si avrà una perenne alba, seguita poi da un lungo tramonto, con dei colori pastello meravigliosi.
  • La luce di questo periodo è particolarmente affascinante anche per la famosa ora blu. Si tratta di un breve periodo, all’inizio e alla fine del crepuscolo, in cui il colore della notte polare, il cielo limpido e il bianco candido della neve si tingono di un blu profondo
Sole di Mezzanotte
  • Si intende un periodo di luce che dura più di 24 ore, fino ad un massimo di 6 mesi.
  • Questo fenomeno astronomico si verifica durante il periodo estivo nelle zone al di sopra del Circolo Polare Artico e al di sotto del Circolo Polare Antartico.
  • A causa dell’inclinazione dell’asse terrestre, il Sole rimane sopra l’orizzonte per diversi giorni e per una durata che varia a seconda della latitudine a cui ci si trova.
  • Più si va a Nord, prima inizia ad esserci sempre luce e più tardi ritorna il buio.

Islanda si può definire una terra viva in quanto le eruzioni vulcaniche sono frequenti… sicuramente anche tu ricorderai dell’eruzione più nota e recente, avvenute nel 2010, quando l’eruzione dell’Eyjafjöll emise nell’atmosfera una quantità di ceneri tale da paralizzare il traffico aereo di tutta Europa per settimane intere.

Oltre ai vulcani, molti dei quali attivi, nell’isola sono diffuse le manifestazioni vulcaniche secondarie: sorgenti termali, fumarole e moltissimi geyser che sono getti di acqua calda alti decine di metri sfruttati anche per il riscaldamento delle case islandesi.

Negli ultimi anni questa splendida isola ha avuto un’importante aumento a livello turistico tant’è che è obbligatorio muoversi con largo anticipo se si vuole trovare un posto libero. Qui sotto con Viaggia Esplora ho creato un esempio di itinerario per scoprire ed emozionarsi tra le meraviglie dell’Islanda, anche se sono disponibili altre soluzioni includendo altri tipo di escursioni tra avvistamento balene, interessante visita al Centro Vulcanologico (ideale per bambini), cascate e tipici locali enogastronomici.

Islanda: Aurora Boreale, geyser e Laguna Blu

Durata 7 giorni, Minimo 2 Partecipanti.

Viaggi organizzati o Fly & Drive per viaggi in libertà

Splendido viaggio di una settimana alla scoperta della parte meridionale e occidentale dell‘Islanda! Scopri meraviglie come la laguna glaciale e la vicina spiaggia di diamanti, il Circolo d‘oro, le cascate e la spiaggia nera. Esplorate la penisola dello Snæfellsnes, un vero splendore della natura, dove potrete ammirare una spettacolare varietà di paesaggi. Il tutto inseguendo le aurore boreali!

GIORNO 1: ITALIA/REYKJAVÍK

Presentazione dei Signori Partecipanti all’aeroporto di partenza, in tempo utile per le operazioni individuali doganali e d’imbarco. Partenza con voli di linea per Reykjavík, via Europa.
Arrivo all’aeroporto e trasferimento LIBERO in albergo.
In serata, ore 18.00 circa, breve incontro informativo con la guida.
Pernottamento in albergo

GIORNO 2: REYKJAVÍK/COSTA MERIDIONALE/KLAUSTUR (280 KM CIRCA)

Prima colazione in albergo.
Incontro con la guida locale e partenza attraverso la Costa meridionale, una zona dell’Islanda che è particolarmente scenografica in inverno. Essendo una delle principali regioni agricole del paese, la strada attraverserà tipiche fattorie islandesi, spesso con i loro cavalli di razza islandesi in giro per i campi. Compatibilmente con la visibilità, potreste anche avvistare il Monte Hekla, il maestoso vulcano che tra tutti quelli presenti sull‘isola è quello che più frequentemente erutta. Lungo la strada incontrerete anche l‘Eyjafjallajokull, il famoso vulcano ricoperto di ghiaccio, la cui eruzione nel 2010 fermò il traffico aereo.
Lungo il percorso visita di due spettacolari cascate: Seljalandsfoss (in base alle condizioni metereologiche e del sentiero potrete camminare dietro la cascata) e Skogafoss, una delle cascate più fotografate del paese.
Proseguimento attraverso il surreale paesaggio dell‘Eldhraun, il più grande campo di lava al mondo prodotto da una singola eruzione.
Pernottamento nell’area di Klaustur.

Dopo cena caccia alle aurore boreali: per la sua posizione ad est della capitale e lontano dall‘inquinamento luminoso, questa zona è privilegiata per assistere allo spettacolo di luci verdi che i Vichinghi credevano fossero le Valchirie che cavalcavano in cielo.
Qualora le condizioni climatiche non fossero favorevoli la guida potrà posticipare l’uscita ad un’altra serata

GIORNO 3: KLAUSTUR/LAGUNA GLACIALE JOKULSARLON/PARCO NAZIONALE DEL VATNAJOKULL/VIK (320 KM CIRCA)

Prima colazione.
Mattinata dedicata alla visita della parte meridionale del Parco Nazionale di Vatnajokull, che prende il nome dal più grande (per volume) ghiacciaio d’Europa. L’intero parco copre quasi il 14% della superficie islandese ed è considerato il più grande parco nazionale dell’Europa occidentale.
Visita della laguna glaciale di Jokulsarlon per godere della vista mozzafiato degli iceberg che galleggiano nelle profonde acque della laguna. Con un po’ di fortuna, potrete anche avvistare qualche foca. Nelle vicinanze si trova la splendida Spiaggia di diamanti, dove sulla sabbia nera si posizionano numerosi frammenti cristallini di iceberg.
Proseguimento verso l’area dello Skaftafell, il cui paesaggio viene continuamente modellato dall‘azione dei ghiacciai e dei vulcani che dominano la regione. Qui si trova lo Svinafellsjokull, una delle più belle lingue glaciali del Vatnajokull.
Proseguimento attraverso vaste pianure sabbiose create da fiumane glaciali per giungere sino a Vik la cittadina più meridionale d’Islanda dove visiterete la spiaggia di Reynisfjara e ammirare le straordinarie formazioni rocciose e le onde tonanti dell’Oceano Atlantico.
Pernottamento nell’area di Vik.

GIORNO 4: VIK/GULLFOSS/GEYSIR/PARCO NAZIONALE DI THINGVELLIR/BORGARFJORDUR (340 KM CIRCA)

Prima colazione.
Giornata interamente dedicata al Circolo d‘oro. Dopo aver attraversato il tipico paesaggio agricolo della costa sud arriverete alla famosa cascata di Gullfoss, ritenuta da molti la più bella d’Islanda. Nelle vicinanze si trova anche l‘area delle sorgenti calde di Geysir, dove ammirerete in particolare lo Strokkur, il famoso geyser che ogni dieci minuti circa produce alti getti d‘acqua.
Proseguimento per il Parco Nazionale di Thingvellir (patrimonio mondiale dell’UNESCO), l‘avvallamento di dorsale che i primi coloni in epoca vichinga scelsero nel 930 d.C. come luogo in cui convocare, in estate, l’assemblea generale dell‘isola. Erede di tale istituzione è l‘attuale parlamento islandese che, di conseguenza, è considerato il più antico del mondo. Thingvellir è anche una località di grande interesse geologico, poiché segna il confine visibile tra le placche continentali nordamericana ed euroasiatica lungo la così detta dorsale medio-atlantica. Qui potrete camminare lungo un sentiero che corre dentro una gola che, tra monumentali pareti rocciose, segna il limite orientale del Nord America.
Il programma della giornata prevede anche una sosta nel piccolo centro termale di Laugarvatn, dove sarà data la possibilità di vedere le fasi di preparazione del pane cotto nella sorgente calda geotermica e degustarlo.
Pernottamento nell’area di Borgarnes.

GIORNO 5: BORGARFJORDUR/PENISOLA DI SNAEFELLSNES/BORGARFJORDUR (330 KM CIRCA)

Prima colazione.
Partenza per la visita della penisola di Snaefellsnes lungo la panoramica strada costiera.
Conosciuta come “un concentrato d’Islanda”, la regione dello Snaefellsnes offre una sorprendente varietà di tipici e sempre diversi paesaggi naturali islandesi. È per lo più tutta inclusa nell‘omonimo Parco Nazionale di Snaefellsjokull, il cui nome deriva da quello del magnifico vulcano coronato da ghiacciaio (ultima eruzione nel 250 d.C.). La strada attraversa isolati e affascinanti villaggi di pescatori e conduce a Kirkjufell, la montagna più fotografata d’Islanda, e al circostante fiordo, ricco di aringhe e orche.
Proseguirete lungo la costa, facendo alcune suggestive soste per ammirare varie formazioni di basalto colonnare contro le quali si infrangono le onde dell‘oceano. Il momento culmine del pomeriggio sarà la visita a Vatnshellir 8(*), lo spettacolare tunnel lavico formatosi 8000 anni fa ai piedi del mistico ghiacciaio-vulcano Snaefellsjokull. Una guida speleologica vi accompagnerà alla scoperta delle meraviglie di Vatnshellir.
Pernottamento nell’area di Borgarnes.

(*) Visita al tunnel di lava di Vatnshellir: ai partecipanti si richiede di essere in buona salute per partecipare alla visita, durante la quale sarà necessario salire e scendere per una scala alta (l‘equivalente di un edificio di 2-3 piani) e sarà richiesto di camminare su superfici irregolari. Si consiglia di portare con se un paio di guanti da usare nella grotta oltre a scarpe adatte.

GIORNO 6: BORGARFJORDUR/REYKJANES/LAGUNA BLU/REYKJAVIK (190 KM CIRCA)

Prima colazione.
Partenza per la penisola di Reykjanes, posto fantastico da esplorare, dichiarato Geoparco UNESCO nel 2015 a causa delle sue numerose attrazioni geotermiche e vulcaniche. Prima sosta al lago di Kleifarvatn, immerso in un ambiente affascinante, spoglio e lunare. Non lontano dall’estremità meridionale del lago si trova l‘area geotermica di Krysuvik, dove potrete ammirare soffioni boraciferi dai potenti getti di vapore solforoso che escono dal profondo della crosta terrestre, varie solfatare dai colori vivaci, sorgenti calde, pozze di fango in ebollizione. L‘itinerario prosegue lungo costa ai piedi di basse montagna, lungo scogliere scoscese a strapiombo sul mare, fino a Grindavik, importante centro di pescatori.
A seguire sosta alla famosa Blue Lagoon (Laguna Blu) posta nel bel mezzo di un campo di lava di color nero, le terme sono formate da un lago caldo di acqua marina e termale ricca di minerali in cui fare un rilassante bagno immersi nel tipico paesaggio vulcanico islandese (ingresso incluso).
Rientro a Reykjavik e pernottamento.

GIORNO 7: REYKJAVIK/ITALIA

Prima colazione.
Trasferimento LIBERO all’aeroporto di Keflavik e partenza con voli di linea per l’Italia, via Europa

Sono disponibili altre soluzioni includendo altri tipo di escursioni tra:

  • Avvistamento balene
  • Interessante visita al Centro Vulcanologico (ideale per bambini)
  • Cascate
  • Tipici locali enogastronomici
  • Altro ancora

Se sei vuoi maggiori informazioni su come posso aiutarti contattami qui www.viaggiaesplora.com/contatti

Se invece ricerchi un’altra tipologia di viaggio ti suggerisco anche: http://www.iconsulentidiviaggio.it/francescapozzato

Vuoi saperne di più sul Turismo Esperienziale?

Scarica ora E-book Gratis

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

.container a { padding: .2em; } @media (pointer: coarse) { .container a { padding: .8em; } }